Tecniche di Produzione

LA FUSTELLATURA

La fustellatura è una fase molto delicata nella creazione di un packaging di lusso. Basta il minimo errore per produrre difetti di chiusura. Procedure collaudate, personale altamente qualificato e anni di esperienza sono le basi per ottenere un prodotto all’altezza delle più lussuose vetrine.
L’attenzione del team di Scatolificio Cristina verso le nuove esigenze di mercato, negli ultimi anni, ha consentito di sviluppare a fianco della tradizionale tecnica di fustellatura in piega morbida ad alta frequenza, la fustellatura microsmartline. Questo innovativo processo ci consente di fornire astucci che possono essere confezionati su linee automatiche alla velocità di oltre 300 pz al minuto. Questa tecnologia permette oggi di fornire packaging molto facili da montare anche nel confezionamento manuale con spessori fino a 600 micron, con il vantaggio di costi di lavorazione  estremamente ridotti rispetto alla piega morbida realizzata in alta frequenza.

L'INCOLLAGGIO E IL CONFEZIONAMENTO

La fase dell’incollaggio è probabilmente quella più critica dell’intero processo produttivo degli astucci trasparenti, poiché diventa sempre più alto il rischio di graffiare irrimediabilmente la delicata superficie del materiale e compromettere così un packaging di lusso.
Questa lavorazione avviene grazie ad un sofisticato impianto che stende una sottilissima striscia di colla a caldo trasparente o, nel caso di astucci con fondo automatico, anche più strisce contemporaneamente. Concluso questo passaggio, il team di Scatolificio Cristina, in guanti bianchi, controlla la qualità di ogni singolo astuccio. Durante tutti i processi vengono garantiti costanti controlli della qualità estetica e strutturale.